Guest star - Setter Irlandesi & Miss Marble

Scarlett O'Hara e William Wallace

 

Quando i sogni si realizzano...  Sono cresciuta con il ricordo di Arno, un Setter Inglese bianco e arancio, che è stato uno dei cani più spettacolari che io abbia mai conosciuto. Ho sempre desiderato un cane e in particolare un Setter Irlandese perchè per me ha sempre  incarnato l'ideale di compagno  gioioso, affezionato e  felice con cui dividere la vita. Consapevole però di dovergli e volergli dare quanto di necessario e utile per la sua felicità, ho sempre rimandato a quando avessi avuto una casa con giardino. Così nel 2014 è arrivata Scarlett O'Hara Degli  Angeli Rossi, una setterina tutto pepe adorabile. È stato amore a prima vista. Esattamente come l'avevo sempre  sognata: manto  rosso scuro, quasi mogano, occhi scurissimi e nasone nero. Si è subito inserita benissimo con i miei gatti ed è diventata una collaboratrice fenomenale perchè mi fa la "spia" quando una gatta è in calore ma ancora non si vede... lei la sente!

L'idea di farle fare una cucciolata è sempre stata nell'aria e un bel giorno, d'accordo con la sua allevatrice (Gloriana Danzé Degli Angeli Rossi, per la milionesima volta GRAZIE), combiniamo per una monta del  loro bellissimo George (Zannanza campione del mondo 2014) ed ecco nascere il nostro secondo setter,  William Wallce, per noi solo Wallace.

Se pensavamo di aver avuto un cucciolo tutto pepe  è perchè non avevamo ancora conosciuto un vero "peperoncino"... affettuoso fino allo sfinimento,  affezionato, irruento e invadente in una maniera talmente buffa e adorabile che nessuno si lamenta mai. Tutti quelli che vengono a vedere i gatti devono pagare pegno di almeno 15 minuti di carezze prima a lui... Che dire, non potrei mai più guardare la tele senza il suo testone sul mio stomaco. Con loro  due , mamma Scarlett e terremoto Wallace , mai più soli nè annoiati.

Miss Marble

Il primo amore non si scorda mai! Verissimo. Nonostante i Maine Coon c'è sempre stato un posto  d'onore nel nostro cuore per i gatti comuni, cosiddetti Meticci. Per una serie di circostanze ci siamo ritrovati  due piccoline da accasare  e la tentazione di avere di nuovo una gatta uguale alle tante  accudite per strada sin dall'infanzia, è stata più grande di noi. Così ci siamo tenuti Miss Marble, che deve  il nome al disegno meraviglioso del suo mantello. Niente a che vedere con tutti gli altri, infatti lei è molto più legata ai cani, che accompagna sempre fuori in passeggiata.   Lei è il gatto tipico di tutti i nostri ricordi, il felino che cercavamo di addomesticare con i bocconcini rubati dal frigo di mamma...  quello per cui ci siamo impegnati a osservare,  capire, conquistarne la fiducia. E Missi, come la chiamo io,  è tutto questo, la magia che ti fa innamorare dei gatti e che non svanisce mai.